fbpx


Newsletter

Iscriviti alla newletter

Per essere informato sugli eventi e sulle novità!

I 5 concetti base della Lean Production

Pensa più “Lean”. Concetti base del lean thinking per aumentare produttività e vivibilità della tua impresa

Toyota Production System: le origini del Lean Thinking

Il “lean thinking” è una filosofia di produzione che affonda le sue radici sul finire degli anni ’40 del ‘900, quando l’ingegnere capo Taichii Ohono mise a punto all’interno dell’industria Toyota un nuovo sistema produttivo, prendendo spunto e, allo stesso tempo, prendendo le distanze dal più noto e imitato sistema fordiano.

Taichii Ohno non fu l’ideatore, bensì il promotore di iniziative interne allo stesso personale Toyota.
È per questo che il Toyota Production System si configura come un movimento che nasce dal basso, vicino alle concrete esigenze della classe lavoratrice. Qui risiede una delle principali differenze rispetto al sistema occidentale.

Nel 1948 Toyota era una piccola impresa automobilistica giapponese: poteva contare su molte meno risorse rispetto a quelle richieste dal sistema taylorista-fordiano, focalizzato sulla divisione delle mansioni all’interno della catena produttiva.

Il principale obiettivo dell’ingegner Ohono fu quello di promuovere un sistema di produzione basato sul continuo miglioramento, che limitasse gli sprechi e ottimizzasse le risorse, al fine di renderle il più possibile produttive e competitive.

È questo il concetto base della polifunzionalità degli operatori: valorizzare le risorse umane all’interno dell’azienda, così che ognuna di esse contribuisca in modo proattivo al raggiungimento dell’obiettivo comune.
L’attenta gestione e organizzazione del personale è uno degli aspetti fondanti del metodo Lean, che ruota intorno al perno della “semplificazione” dei processi produttivi.
Semplificare il processo per ottenere il massimo dei risultati.

È questa la filosofia che ha permesso a Toyota di divenire la più grande società automobilistica del Giappone e del mondo.

Una filosofia vincente: i concetti base del lean thinking

Il metodo produttivo del Lean Management si fonda su alcuni concetti fondamentali, in grado di rivoluzionare il modo di operare di un’azienda, ottimizzando tempi e costi e incrementandone la produttività.

  • Creare valore per il cliente.
    Uno dei punti cardine del Lean Thinking è la centralità del cliente.
    Il cliente non è soltanto il destinatario finale del processo di produzione, bensì un’entità centrale all’interno di tutto il flusso.
    Attraverso il costante dialogo con il cliente “interno” se ne potranno identificare i fabbisogni, così da creare valore.
  • Creare “Flusso”.
    Il miglior modo per creare valore è far muovere costantemente ciò che costituisce valore per il cliente (l’oggetto dell’acquisto, sia esso prodotto o servizio).
    Uno degli obiettivi primari della Lean Production è far sì che l’oggetto si muova il più velocemente possibile.Questo si traduce, nella concreta applicazione del metodo Lean, nell’eliminare tutto ciò che rallenta lo scorrere del flusso (sprechi, attese, problemi di organizzazione interna al personale).
  • Lotta agli sprechi. Una volta definito il valore dal punto di vista del cliente, si potrà procedere all’eliminazione di tutte le attività a non valore (in giapponese “MUDA”). Tutto ciò che risulta superfluo e non mirato a creare valore al prodotto o al servizio viene eliminato.
    Solo in questo modo si potranno ridurre gli sprechi e impiegare energie e risorse nelle attività realmente importanti.
  • Migliorarsi continuamente: Tutti coloro che operano all’interno dell’azienda, dai dirigenti, ai responsabili, fino agli operatori, devono partecipare a un continuo processo di miglioramento. È il concetto giapponese di “KAIZEN”, miglioramento continuo.
  • “Saper fare azienda”. Traduzione del concetto giapponese di “MONOZUKURI”: il contributo delle persone interne all’azienda è fondamentale per una buona gestione e organizzazione della stessa.
    Il fine di ogni singolo membro dell’impresa è quello di contribuire attivamente al raggiungimento del comune traguardo.
    Tutto ciò sarà reso possibile da un’oculata gestione del personale e dall’allineamento costante delle varie aree coinvolte con gli obiettivi aziendali.

La “Lean Manufacturing” o “Gestione snella” delle imprese non è soltanto una metodologia, ma una vera e propria filosofia.
Adottandone i principi all’interno delle varie realtà aziendali, sarà possibile notare ben presto evidenti vantaggi.
Uno stile di produzione più snello apporterà concrete migliorie sia dal punto di vista economico, sia dal punto di vista della vivibilità aziendale.

Lascia un Commento