fbpx


Newsletter

Iscriviti alla newletter

Per essere informato sugli eventi e sulle novità!

Il nuovo regolamento per la gestione delle terre e rocce da scavo

Gestione terre e rocce da scavoLa Gazzetta Ufficiale del 21 settembre scorso (n° 221) ha pubblicato il decreto del Ministero dell’Ambiente (10/08/2012 n° 161). Vale a dire: il nuovo regolamento per la disciplina dell’utilizzazione delle terre e rocce da scavo. L’obiettivo di questa nuova normativa è migliorare la tutela dell’ambiente e la salute dell’uomo.

L’ambito di applicazione del regolamento esclude i rifiuti provenienti dalla demolizione di edifici o altre costruzioni preesistenti. La gestione dei materiali derivanti da questo tipo di operazioni è disciplinata dal decreto legislativo del 2006 n° 152.

Per la gestione delle terre e rocce da scavo, il materiale così come definito dall’Art. 4 del decreto n° 161 del 10/08/2012, deve essere inquadrato in un Piano di Utilizzo da presentare all’Autorità competente in fase di approvazione del progetto dell’opera e, nel caso di opera sottoposta a valutazione ambientale, in fase di presentazione della richiesta di conformità.

Il documento del Piano di Utilizzo dovrà rimanere a disposizione di eventuali ispezioni sul luogo dei lavori.

Oltre il Piano, il proponente dovrà comunicare all’Autorità anche l’indicazione dell’esecutore della gestione delle terre e delle rocce da scavo (esecutore del Piano di Utilizzo). Su quest’ultimo soggetto pesa l’onere di redigere la modulistica relativa alla tracciabilità del materiale escavato.

 

Fonte immagine: www.flickr.com/photos/borismitendorfer/

Lascia un Commento