fbpx

Rischio elettrico: una definizione per la sicurezza

Normativa per la sicurezza dei lavoratori

Normativa per la sicurezza dei lavoratoriTutti possiamo intuire il significato di rischio elettrico connesso alle tematiche della sicurezza sui luoghi di lavoro e dei lavoratori che operano su impianti elettrici. Ma qual è la definizione secondo la norma? Quali sono i rischi diretti e indiretti che si possono incontrare operando sulle parti attive di un impianto e nei pressi di esse o semplicemente operando con apparecchiature alimentate a elettricità?

Il rischio elettrico, secondo una definizione che può essere tratta da quanto indicato nel Testo Unico sulla Sicurezza (Dlgs 81/08, modificato dal Dlgs 106/09), è il rischio derivante dal contatto diretto o indiretto con una parte attiva non protetta di un impianto elettrico, così come il rischio d’incendio o esplosione derivanti dal pessimo stato di manutenzione o dall’imperizia nell’impiego di impianti e strumentazione.

Per evitare i rischi più o meno evidenti legati agli impianti elettrici e ai lavori nei loro pressi, il Testo Unico, così come gli standard di sicurezza (come la Norma CEI 11-27) sottolineano la necessità della messa in sicurezza delle linee e degli impianti attraverso la costante manutenzione e gli interventi effettuati esclusivamente da personale certificato come idoneo e qualificato per i lavori elettrici.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/giagir/