fbpx


Newsletter

Iscriviti alla newletter

Per essere informato sugli eventi e sulle novità!

RSPP: quando il responsabile della sicurezza è il datore di lavoro

RSPP datori di lavoroSecondo l’articolo 34 del D.lgs 81/08, il datore di lavoro può ricoprire il ruolo del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dai Rischi (RSPP). Salvo ove prevista come obbligatoria l’istituzione della funzione RSPP (art. 31 comma 6), al datore di lavoro che voglia ricoprire questo ruolo è richiesta la frequenza di corsi di formazione (minimo 16 ore, massimo 48 ore). L’entità dell’attività formativa dovrà essere commisurata ai rischi potenziali relativi al tipo di attività prestata nell’ambito dell’azienda. Oltre a ciò, il RSPP datore di lavoro dovrà seguire corsi di aggiornamento periodici sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e sulla prevenzione dei rischi.

Nelle aziende con più di 15 dipendenti, il datore di lavoro dovrà altresì indire, almeno una volta all’anno, una riunione allo scopo di individuare le buone prassi e le aree di miglioramento in fatto di sicurezza e di esposizione ai rischi. La riunione dovrà produrre un verbale.

La formazione dedicata agli RSPP è organizzata in moduli propedeutici che portano fino alla specializzazione nel settore della Prevenzione e Protezione dai Rischi sui luoghi di lavoro. Il Modulo A individua la formazione base valida per qualsiasi settore d’attività ed è rivolto a RSPP,e a ASPP. Il Modulo B entra si differenzia da settore a settore ed entra nello specifico dei rischi relativi. Il Modulo C è dedicato ai RSPP specialisti. Il corso 16 ore orevisto per i datori di lavoro consiste uin una panoramica sui contenuti dei tre moduli

Fonte immagine: www.flickr.com/photos/visualsense/3198513026/

Lascia un Commento