fbpx

  • 16 05 2019
    Mini Master Lean Manager

    Ha registrato grande interesse da parte delle aziende il primo Mini Master Lean Manager che è iniziato oggi presso il Lean Lab 4.0 situato a Siena nello stabilimento Whirlpool EMEA. vai »

  • 05 04 2019
    Corso Lean Manager

    Corso Lean Manager organizzato da CTQ e CTS per Responsabile della progettazione ed implementazione di sistemi produttivi basati sul "Metodo Toyota". vai »

  • 05 04 2019
    La nuova 429 diventa realtà: un grazie anche a CTQ!

    La nuova 429 ha imboccato la traiettoria d'arrivo: annunciata fine dei lavori entro maggio 2019. Un grazie in ambito sicurezza a CTQ Spa, Tutor di cantiere. vai »

  • 20 03 2019
    Six Sigma Green Belt

    CTQ spa in collaborazione con il SSMI - Six Sigma Management Institute organizza a Poggibonsi il corso Lean Six Sigma Green Belt. È iniziato il corso di Marzo 2019. vai »

Newsletter

Iscriviti alla newletter

Per essere informato sugli eventi e sulle novità!

Il Master in Controllo ed Organizzazione Snella

Il tempo è prezioso, non sprecarlo con esperienze a basso valore aggiunto.
Con le giuste scelte di formazione ed il giusto approccio al nuovo mercato del lavoro è possibile disegnare un percorso professionale di crescita e di successo.

Nonostante le difficoltà che attraversa il mercato del lavoro, la richiesta di laureati con determinate caratteristiche non è affatto scarsa, ecco alcuni dei perché.

La crisi che sta colpendo gran parte dell’Europa è radicata nel modello industriale ancora dominante in questi paesi. La necessità di riconversione da parte di migliaia di aziende creerà eccellenti opportunità lavorative per i giovani laureati in economia ed ingegneria che hanno capito che i “vecchi mestieri” non garantiscono più un rapido inserimento nel mondo del lavoro.

La crisi dei mercati finanziari: un allarme sulla debolezza delle economie occidentali

Che cosa ci stanno dicendo, in estrema sintesi, i mercati finanziari? Per chi conosce da vicino la realtà industriale, il messaggio è chiaro ed inequivocabile: “voi, paesi occidentali, non siete più un buon investimento; non ci fidiamo più di voi perché le vostre economie sono deboli e non hanno prospettiva”.
Il modello perdente

In queste settimane, agli occhi di quasi tutti gli osservatori, risulta chiaro che l’attuale modello di sviluppo occidentale sta creando evidenti squilibri ed un crescente impoverimento della classe media. La ”produzione di massa intercontinentale”, ovvero produrre grandi quantità di prodotti poco differenziati e con scarsa flessibilità in fabbriche a basso costo del lavoro collocate a migliaia di chilometri dai consumatori finali, non è una strategia sostenibile nel lungo periodo.

La terza rivoluzione industriale

Per rimanere solido, il nostro sistema economico ha necessità di mantenere al suo interno un’ampia varietà di attività (manifatturiere e di servizi); la iper-specializzazione espone maggiormente alle crisi cicliche. E’ necessario quindi saper competere con i paesi a basso costo del lavoro per interrompere “l’emorragia” di fabbriche dai nostri territori; è per questo che nei paesi con alto costo del lavoro si sta sviluppando un nuovo modello organizzativo e strategico, denominato “Produzione Snella” (LEAN).

Una vera e propria rivoluzione industriale che con stabilimenti produttivi più piccoli e vicini ai centri di consumo, impianti che producono solo le quantità richieste senza generare sovrapproduzione e spreco, eliminazione totale dei magazzini e trasporti più frequenti, consente di essere tempestivi nella produzione e gestione anche di piccoli lotti, di abbattere l’immobilizzazione finanziaria non produttiva, di innovare continuamente e ridurre lo spreco di energia e altre risorse non rinnovabili

Dopo i primi anni di titubanza, la maggioranza delle aziende competitive sta pianificando l’attivazione di un processo di cambiamento verso il nuovo modello o lo ha già avviato e sono pertanto alla ricerca di laureati con competenze specifiche su questi strumenti

richiedi informazioni
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO