• 13 04 2018
    Inaugurazione Lean Lab 4.0

    Siena, 2 maggio 2018 – E’ stato inaugurato oggi il Lean Lab 4.0 di CTQ-Confindustria Toscana Sud realizzato all’interno dello stabilimento senese di Whirlpool EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa). Si tratta del primo laboratorio di addestramento alle tecniche Lean e … vai »

  • 30 03 2018
    Controlli nel settore alimentare: online il report ICQRF

      Pubblicato il report 2017 dell’attività operativa dell’ICQRF, il Dipartimento del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con funzioni di controllo nel settore agroalimentare e dei mezzi tecnici di produzione (sementi, mangimi, fertilizzanti e fitofarmaci). Nel complesso, nel corso … vai »

  • 21 03 2018
    Commercio Food&Beverage online: vecchie regole e nuove sanzioni

    Sempre più spesso il mercato online si affianca alla vendita diretta di prodotti agroalimentari e vini, anche Dop, Igp e biologici. Una tendenza che sempre più interessa anche il settore alimentare: i dati dell’Osservatorio eCommerce B2C Netcomm – School of … vai »

  • 14 03 2018
    Valiani Srl, il nostro successo nel mondo continua grazie alla Lean Manufacturing

    Valiani Srl è un’azienda toscana che vanta una storia ricca di innumerevoli successi e di continua innovazione. Da oltre 40 anni, realizza macchine polifunzionali per la lavorazione e il taglio di passe-partout in legno e, grazie alla passione e l’esperienza … vai »

Newsletter

Iscriviti alla newletter

Per essere informato sugli eventi e sulle novità!

Master in Qualità e Certificazione di Prodotto nelle Aziende Agroalimentari

Con le giuste scelte di formazione ed il giusto approccio al nuovo mercato del lavoro è possibile disegnare un percorso professionale di crescita e di successo.

Alcuni numeri sull’agroalimentare: circa 6.500 aziende e 410 mila addetti con un fatturato di 120 miliardi di euro con un valore aggiunto di circa 26 miliardi di euro, il secondo settore manifatturiero italiano.

L’insieme degli operatori delle diverse fasi della filiera agroalimentare ha infatti garantito un contributo ancora forte all’economia italiana (l’8,4% del PIL e il 12,6% degli occupati), secondo solo al comparto manifatturiero, ed ha espresso livelli qualitativi da primato con la conquista, della leadership nei prodotti tipici in Europa, il maggior numero di imprese biologiche e il primo posto nella sanità e nella sicurezza alimentare. Secondo dati Istat l’Italia si è confermata primo Paese europeo per numero di riconoscimenti conseguiti: 219 i prodotti Dop, Igp e Stg riconosciuti dall’Ue.

Il settore dell’agroalimentare per valorizzare i propri punti di forza  ha bisogno di operatori e professionisti sempre più qualificati e specializzati che consentano di fronteggiare le difficoltà determinate dalla congiuntura economica e dalla carenza di competitività delle organizzazioni italiane.

GARANTIRE UNA FILIERA AGROALIMENTARE TRASPARENTE E CONTROLLATA

Per introdurre il Master in Qualità e Certificazione di Prodotto nelle Aziende Agroalimentari proponiamo le parole di alcuni partecipanti delle ultime edizioni che alla fine dello stage in azienda ci hanno scritto:

“Le lezioni da subito si sono mostrate molto intense, nel senso che la formazione era sempre associata a quella più emotiva e che tendeva sempre a metterci alla prova, a spronarci e stimolarci. Docenti in gamba e competenti hanno permesso che ciò avvenisse in modo equilibrato e costruttivo. Ammetto che è stata dura…8 ore di lezione seguite da gestione appartamento, famigliarizzazione con i colleghi,e infine studio…Col passare del tempo si era sempre più sotto pressione per lo studio e le varie prove, però aumentava anche la conoscenza con i compagni, il divertirsi insieme e sempre insieme ci si sfogava, si affrontavano le critiche e le difficoltà…”
“I docenti mi sono apparsi subito molto competenti e disponibili e le materie affrontate erano per me di grande interesse. Ci sono vari argomenti che ho studiato e che non ho più avuto occasione di affrontare da diverso tempo, eppure mi sono rimasti impressi in mente, quasi fossero stati marchiati a fuoco. A mio giudizio, questo è un fattore di notevole interesse per determinare la validità di un sistema di insegnamento.”

richiedi informazioni
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO
  • CLOGO